Chi siamo
Il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati è un'organizzazione cattolica internazionale, attiva in più di 50 nazioni, la cui missione è accompagnare, servire e difendere i diritti dei rifugiati e degli sfollati. La missione assegnata al JRS comprende tutti coloro che sono allontanati dalle proprie case a causa di conflitti, tragedie umanitarie o violazioni dei diritti umani, secondo la dottrina sociale della Chiesa che utilizza l'espressione "rifugiati de facto" includendovi molte categorie di persone in situazioni simili.

Il JRS si incarica di servizi a livello nazionale e regionale con il sostegno di un ufficio internazionale a Roma. Con la priorità di lavorare ovunque i bisogni degli sfollati siano urgenti e trascurati da altri, il JRS offre un servizio umano e pastorale ai rifugiati e alle comunità che li ospitano attraverso una vasta gamma di attività di reintegrazione e di assistenza. I servizi - tra i quali progetti di cura pastorale, istruzione per bambini e adulti, servizi sociali e di consulenza e assistenza sanitaria - sono pensati per rispondere alle necessità locali tenendo conto delle risorse disponibili.

Lo scopo del JRS è intimamente legato alla missione della Compagnia di Gesù (gesuiti), ovvero di promuovere la giustizia del Regno di Dio, in dialogo con altre culture e religioni. Il JRS è stato fondato nel 1980 da P. Pedro Arrupe SJ, l'allora Superiore Generale della Compagnia di Gesù, come risposta pratica e spirituale alla sofferenza dei rifugiati del tempo. Considerata l'aumentata incidenza degli sfollamenti forzati durante gli anni '80 e '90, la Compagnia ha più volte riaffermato il proprio impegno per i rifugiati.

La missione del JRS è stata confermata dal Superiore Generale P. Peter-Hans Kolvenbach SJ in una lettera, del 1990, indirizzata a tutta la Compagnia. "Il nostro servizio ai rifugiati è un impegno apostolico dell'intera Compagnia e in particolare di quelle Province dalle quali i rifugiati provengono, dove essi cercano protezione e rifugio e nelle, alla fine, quali si insediano. Nel contesto locale, il ruolo del JRS è quello di aiutare le nostre Province a dare avvio e a sviluppare questa attività in collaborazione con altre organizzazioni ecclesiali o laiche, di volontariato o governative, attive nello stesso settore".

Dieci anni più tardi, nel maggio 2000, in un'altra lettera inviata alla Compagnia per sottolineare il 20esimo anniversario del JRS, P. Kolvenbach ha ratificato la missione del JRS come opera apostolica internazionale, parte integrante dell'apostolato sociale della Compagnia di Gesù. La lettera annunciava, inoltre, il documento "La Missione del JRS" e le Linee Guida: "I due documenti chiariscono l'identità e la missione del JRS e stabiliscono i criteri in base ai quali il JRS decide dove e come intervenire per servire gli sfollati... Basandosi su 20 anni di esperienza sul campo e di collaborazione con altri organismi, i due documenti condensano molto di quanto il JRS ha appreso dai propri collaboratori e dai rifugiati stessi".

  • I Gesuiti
I Gesuiti

Il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati è un’opera apostolica della Compagnia di Gesù.  Per più di 460 anni i padri e i fratelli gesuiti hanno servito la Chiesa in modi nuovi e inaspettati. Uomini in cammino, pronti a cambiare residenza, occupazione, approccio – qualunque cosa sia necessaria a far progredire la missione della Chiesa: insegnare la parola di Gesù Cristo e annunciare la sua Buona Novella – un radicale servizio di fede in un mondo che non rispetta né la fede né la giustizia che essa sollecita.

Oggi, i gesuiti hanno ampliato la cerchia dei loro collaboratori, includendo uomini e donne che condividono la loro visione di servizio alla fede e alla giustizia. E questo scambio si è allargato fino a comprendere il dialogo con altre religioni e culture. Uno dei principali esempi di tale collaborazione è il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati. Per ulteriori informazione sui gesuiti (la Compagnia di Gesù) cliccare qui.