Stati Uniti: il direttore del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Giordania visiterà scuole e parrocchie
28 febbraio 2013

Colin Gilbert, direttore del JRS in Giordania con due rifugiati somali nel cortile della scuola ad Amman. (Peter Balleis/JRS)
Apertasi la crisi siriana, abbiamo cominciato ad aiutare i cittadini di questo paese offrendo assistenza di emergenza ad Amman e nel nord della Giordania.
Washington DC, 27 febbraio 2013 – Il mese prossimo, il direttore del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Giordania, Colin Gilbert, si recherà in visita presso scuole superiori, università e parrocchie dei gesuiti negli Stati Uniti.

Gilbert, originario di Phoenix , Arizona, insegnava in una scuola superiore dei gesuiti nella California meridionale, quando le notizie provenienti dal Medio Oriente lo hanno spinto a cercare un modo concreto per essere di aiuto agli altri.

"Non ero mai stato colpito così profondamente nel leggere le notizie internazionali come nel caso di questa popolazione indifesa costretta ad affrontare una sofferenza di proporzioni immense", ha raccontato.

Dopo aver visitato più volte la Cisgiordania, e aver studiato l'arabo, nel 2011 Gilbert si è ritrovato in Giordania a lavorare per il JRS.

"Lavoravo con un gruppo composto soprattutto da rifugiati iracheni che offrivano iniziative di educazione informale e assistenza di emergenza ai connazionali presenti ad Amman. Con il passare degli anni, le abbiamo aperte anche ai rifugiati sudanesi e somali, che potevano contare su ben poca assistenza internazionale. Apertasi la crisi siriana, abbiamo cominciato ad aiutare i cittadini di questo paese offrendo assistenza di emergenza ad Amman e nel nord della Giordania".

Gilbert ha iniziato la visita negli Stati Uniti l'11 marzo a Phoenix, in Arizona, presso il Brophy College Preparatory, e concluderà il suo viaggio il 3 aprile alla Loyola Parish di Denver. Tra le tappe, la Loyola Marymount a Los Angeles, la University of San Francisco, la Regis University a Denver, e la Georgetown University a Washington DC.

La tabella di marcia della sua presentazione, Accompanying Refugees During Times of Crisis in the Middle East: How Jesuit Refugee Service is Responding to the Unfolding Emergency, è consultabile sul sito web del JRS Stati Uniti.

"Ogni giorno veniamo a contatto con persone che hanno avuto la casa distrutta, i fratelli o le sorelle torturati e uccisi, la cui istruzione è stata interrotta perché le scuole sono state bombardate, i cui figli si ammalano perché non hanno coperte calde con cui coprirsi".

"Non possiamo soddisfare tutte le loro necessità, e la cosa è molto frustrante. Possiamo e continueremo a stare insieme a loro e ad accompagnarli in questo tempo di sofferenza. Mentre il conflitto infuria in Siria, cresce la violenza in Iraq, e la Somalia e il Darfur restano luoghi insicuri, noi continueremo a camminare con i rifugiati in Giordania, cercando di dare speranza al loro futuro così incerto".

Per saperne di più: http://ww.jrs.net/syria



Press Contact Information
James Stapleton
international.communications@jrs.net
+39 06 69 868 468